Matteo Lancini è uno psicologo e psicoterapeuta di formazione psicoanalitica. Presidente della Fondazione “Minotauro” di Milano e docente presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano-Bicocca e presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica di Milano. È direttore del Master “Prevenzione e trattamento della dipendenza da internet in adolescenza” e insegna nella Scuola di formazione in Psicoterapia dell’adolescente e del giovane adulto del Minotauro.

PROSSIMO EVENTO

DOCENTE
UNIVERSITÀ E SCUOLE

Università Milano-Bicocca e Scuola di formazione in Psicoterapia del Minotauro

CONSULENZA E PSICOTERAPIA

Dell’ adolescente, del giovane adulto e del genitore.

FORMAZIONE E SUPERVISIONE

Individuale e di gruppo per operatori ASL, SerT, Aziende Ospedaliere, comunità e insegnanti.

DIVULGAZIONE
SCIENTIFICA

Convegni e conferenze per professionisti e non.
Ricerca quali-quantitativa.

IN PRIMO PIANO

 

Ottava edizione Master in Psicologia dei nuovi media

Ottava edizione Master in Psicologia dei nuovi media

Sono ancora aperte le iscrizioni per l’ottava edizione del MASTER in PSICOLOGIA DEI NUOVI MEDIA 2022-2023 Il master approfondisce tematiche connesse con l’uso e l’abuso di internet da parte degli adolescenti odierni e si propone di fornire strumenti e tecniche utili...

Ottava edizione Master in Psicologia dei nuovi media

Ottava edizione Master in Psicologia dei nuovi media

Sono ancora aperte le iscrizioni per l’ottava edizione del MASTER in PSICOLOGIA DEI NUOVI MEDIA 2022-2023 Il master approfondisce tematiche connesse con l’uso e l’abuso di internet da parte degli adolescenti odierni e si propone di fornire strumenti e tecniche utili...

PROSSIMI EVENTI

IN LIBRERIA

Figli di Internet, guida illustrata di auto aiuto, completa e di facile utilizzo, risponde ai dubbi di genitori di preadolescenti e adolescenti sul rapporto dei propri figli con internet e con i social. Descrive come la rete, i social e i videogiochi facciano parte della quotidianità dei ragazzi, e indica ai genitori la strada per aiutarli a comprendere come intervenire per cercare di stabilire regole, proteggerli dai pericoli della rete e educarli a utilizzare al meglio questi mezzi.

L’incompleto processo di maturazione cerebrale dell’adolescente non giustifica interventi esclusivamente basati sull’imposizione di limiti e sul controllo delle azioni. Solo la comprensione empatica e la responsabilizzazione possono promuovere nei ragazzi decisioni e comportamenti ragionevoli, rispettosi di sé, dell’altro e del senso civico.

CONTATTI

Lasciate un messaggio e verrete ricontattati al più presto.